Whistler-1024x768

Queste giornate a Whistler sono un tour de force… non abbiamo il tempo di fare tutto quello che dobbiamo fare.

Il primo impatto con Whistler è stato un pò ambiguo. Qualcuno sulla mia pagina Facebook ha anche fatto lo spiritoso dopo aver letto il mio report… ma pazienza. Io mi sono limitato a dire esattamente quello che penso, nè più nè meno.

IMG_1159small-1024x768

Venerdì e Sabato sono stati due giorni piuttosto pieni. Per prima cosa abbiamo cercato di capire dove si trovavano le speciali della gara e andare a provare. Purtroppo il tutto si è rivelato piuttosto dispersivo quindi ci è voluto un sacco di tempo e di fatica.

IMG_1160small-1024x768

Whistler è circondata da una rete di ciclabili molto bella, che porta a laghi e foreste. Si incontrano gruppi di case in legno davvero favolose… mi vien voglia di trasferirmi qui ;-)

Di qui parte la nostra esplorazione verso quelle che saranno PS3 e PS4. Con noi c’è anche il Alex “il lupo”…. e guarda caso sulla nostra strada incrociamo un Coyote.

Saliamo a PS3 per una traccia piuttosto ripida, che in gran parte percorriamo a piedi, Alex compreso… detto tutto!

IMG_1155_small-e1376291429506-768x1024

In circa 1h siamo alla partenza. Queste foreste sono ricche di tracce, tutte ottime per l’enduro ma piuttosto tecniche e ripide. Mentre ci muoviamo su questi sentieri penso a come possano essere impegnativi, e istruttivi, quando sono bagnati. Sono tracce strette, con tratti anche parecchio ripidi e moltissime radici.

Percorriamo la speciale cercando di carpire i punti salienti e almeno ricordarci le linee migliori sui passaggi più impegnativi. Purtroppo non è così facile e la speciale si rivela tutta tecnica, ricca di piccole e grandi insidie.

A volte anche un tronco da “ollare” o una radice di traverso in una curva sono ostacoli che andrebbero ricordati, ma con una sola ricognizione non è possibile. Devi imparare, studiare e cercare di capire quale può essere il ritmo gara tutto in una volta.

A brevissimo pubblicherò i miei video onboard delle speciali per darvi una idea.

Whistler-1024x768

Con un lungo tragitto raggiungiamo anche PS4 che si rivelerà piuttosto lunga e fisica, con una rampa in salita proprio a metà davvero “ignorante“.

Anche qui scendiamo fermandoci proprio solo dove necessario, per il resto, cerchiamo di assuefarci un pò al percorso.

Torniamo in paese e mangiamo qualcosa.

Whistler-Alex-e-Andrea-1024x768

Qui tutto costa un botto. Una bottiglietta di coca circa 3 dollari, quella insalatina di farro, 7 dollari.

L’atmosfera qui a Whistler è davvero rilassata, si percepisce proprio la tranquillità della gente, che è qui per farsi una bella vacanza. Tutti sorridono e tra biker un cenno e un saluto non manca mai. Mi rilasso anche io qui.

Andiamo dinuovo a top of the world, la cima del comprensorio.

Whistler Peak to Peak

Whistler-Peak-to-Peak-1024x768

La discesa PS1-PS2 è un qualcosa di epico. La parte alta è grandiosa, un sentiero di alta montagna con una vista mozzafiato. Sarà parte della speciale 5 ma non di 1 e 2.

Whistler-1-e1376292790709

Si passa da un terreno piuttosto secco e roccioso, con grandi spazi aperti, ad un fitto bosco di pini con un terreno soffice, a tratti polveroso, con molte radici e pietre.

whistler2-33-1024x683

In una giornata, con tante ore in sella e tanta fatica, proviamo una sola volta le speciali 1-2-3-4. Mi manca la 5 e finirà che non la proverò per mancanza di tempo.

Questo Enduro sta prendendo una piega strana. Passiamo dall’Epic-Enduro all’Enduro-Cross Country al “Cheating Enduro” e non dico dove si pratica quest’ultimo.

Per quello che ho visto qui, anche se rampe ripide in PS1, PS2 e PS4), questa gara è una bella gara. C’è parecchio da guidare e mi piace. Il fisico comunque sta diventando la discriminante per fare bene, senza dubbio.

whistler2-15-1024x639

Rimangono i soliti problemi: speciali chiuse ma gente che le ha già provate, regole che sembrano ancora troppo suscettibili di interpretazione. Uno come Barel si fà pescare che usa risalite meccanizzate (auto) per provare una speciale e prende 5 minuti di penalità.

whistler1-1024x683

Partendo dal villaggio, ci sono serviti 2 giorni per provare le speciali a malapena una volta cadauna. Mi sembra un pò eccessivo e poco divertente.

Il Sabato lo abbiamo anche dedicato a video e foto shooting. Già di per sé non è proprio il massimo per una giornata pregara. In più me ne sono successe di tutti i colori….non sto a raccontarvi nei dettagli ma vi posso dire che sono salito e sceso per diversi metri di dislivello un pò per filmare, un pò per forature, un pò per aver dimenticato lo zaino….. take it easy Man!

whistler2-14-1024x683

Girovagando per il park ho visto un sacco di ragazze, alcune anche cariche a molla, che tiravano i panettoni della A-Line!

Poi abbiamo visto gruppi di bambini con tanto di istruttori: che spettacolo!

whistler2-17-1024x683

Questo è quello che mi piace di Whistler: è una comunità di biker in movimento.

Comincio a conoscere i trail e il divertimento sale. Vorrei stare ancora qui una settimana con una bici da DH e dargliene finchè ce n’è… purtroppo dopo la gara devo rientrare, ma mi porto dietro un sacco di idee, un sacco di emozioni e qualche spunto di riflessione sul nostro modo di intendere i trail e i park.

La cosa principale che penso di aver imparato è che qui preparano piste e ostacoli per tutti, esperti e principianti, segnalano a dovere e poi sta all’utente finale fare le dovute valutazioni e autocritiche prima di buttarsi in qualcosa di più grosso di lui.

Noi tendiamo a voler assecondare troppo l’utente finale e “non osiamo” abbastanza limitando anche la possibilità dei nostri rider di migliorare.

Queste due giornate sono state piuttosto intense. Sia io che Pietro siamo piuttosto distrutti. Io domani avrò la gara. Facciamo un pò di chiacchiere in compagnia di Alex e Kevin, con una birra fresca…

whistler2-19-1024x683

Kevin ci prepara una ottima pasta e ci rende felici…. a volte basta poco! La mia smorfia è solo per il parmigiano… che di parmigiano non ha un granché…

whistler2-7-1024x682

Passeggiata per digerire con visita a casa di amici di Kevin…. Io ovviamente non ho bevuto, ma questi sono campioni del mondo di bevute!

whistler2-8-1024x682

IMG_1179small-1024x768

Per finire, tornando a casa, ho incontrato un rarissimo esemplare di ORSUS PEDROS della British Columbia… che Jabrone! (termine slang per definire l’italiano medio, trapiantato nelle grandi città americane, che si atteggia da tipico tamarro)

IMG_1181small-e1376297023778-768x1024

Quando leggerete questo mio diario in realtà la gara sarà già terminata…ma il report della gara lo voglio basare più sulle emozioni, sui pensieri e penso che sia meglio farlo a freddo, con la dovuta calma e da riposati.

Non mi aspetto di fare un grande risultato. Purtroppo la mia condizione fisica non è all’altezza del livello che ha raggiunto la disciplina, dove la stragrande maggioranza dei rider che hanno pettorali sotto il 100 sono rider full time…

Come sempre, comunque, ce la metterò tutta.

Ora sono a pezzi… devo dormire.

AB

Commenta su Facebook

comments