ecl_petosino_2015_sorisole

Domenica 15 marzo è iniziato il circuito lombardo di enduro, l’Enduro Cup Lombardia, a Petosino, dietro (letteralmente) Bergamo. Questa è stata la prima di una tripletta di tappe, con quella di Val Brembilla il 24 maggio e Spiazzi di Gromo il 21 giugno, che avranno luogo nella bergamasca da qui a giugno, prima di spostarsi nelle Alpi della provincia di Sondrio, con Santa Caterina Valfurva il 18-19 luglio e la finale di Livigno il 12-13 settembre.

ecl_petosino_2015_bergamo

La prima gara dell’ECL 2015 rende omaggio ai Bikers Petosino, la squadra organizzatrice che da anni porta avanti il movimento gravity, e non solo, nelle valli bergamasche ma anche nei vari circuiti di enduro e nelle tappe di Gravitalia.

ecl_petosino_2015_sorisole

La gara prevede 3 speciali sui monti che circondano l’abitato di Petosino. Non una gara dura, più o meno una Sprint, per dirla alla Superenduro, con un tempo totale di gara di circa 12 minuti (per chi sta davanti ovviamente). Trasferimenti non lunghissimi ma parecchio ripidi su cui molti rider spingevano a piedi la bici: un classico delle gare nelle Prealpi lombarde!

ecl_petosino_2015_milivinti_casadei_fumagali_zanchi

Tra gli Elite presenti ‘solo’ Marco Milivinti (GB Rifar) e Nicola Casadei, al debutto con il suo nuovo team Airoh Axo Santacruz e accompagnato dal capitano Bruno Zanchi. Tabella numero 2 a Marco Fumagalli (Bike&CO) vincitore del circuito 2014.

ecl_petosino_2015_marco_milivinti_1

Le prime due PS volano via in un soffio, con Milivinti davanti, Casadei in seconda e Zanchi in terza. La prima è una speciale intorno ai due minuti, con un sacco di tornanti nel finale e con i primi tre più sull’1 e 50 e Milvinti e Casadei in meno di un secondo. Un Casadei, tra l’altro, che si perde la catena dopo pochi metri di PS1.

ecl_petosino_2015_tornanti

Altri 5 rider si mettono sotto i due minuti sulla speciale: Gionata Livorti (Team Airoh Axo Santacruz), Elio Begnis (Mystic Freeride), Marcello Pesenti (Team Airoh Santacruz), Marco Fumagalli e, infine, Giorgio Vassalli (Mystic Freeride).

ecl_petosino_2015_marco_milivinit

Nella seconda speciale, i gap si allungano. Anche se al controllo orario Milivinti aveva l’impressione di dover rincorrere Casadei, è proprio lui ad avere 14 secondi di vantaggio dopo i 4 minuti e 11 della seconda speciale. Zanchi c’è.

ecl_petosino_2015_marco_fumagalli

Sono le 11.30 e si parte per l’ultima e decisiva PS: molto guidata nella parte in alto e con un lungo traverso da spingere a tutta nel finale. Qui, nè Milivinti nè Casadei, nonostante alla fine siano primo e secondo, brillano.

ecl_petosino_2015_marcello_pesenti_airoh_axo_santacruz_2

A brillare è invece Marcello Pesenti che, con uno Zanchi andato ad abbracciare alberi in slancio naturalista, mette 6 secondi tra sè e il secondo, Elio Begnis, ne rifila 9 a Milivinti in modo da chiudere al terzo posto finale, mettendo due atleti Airoh Axo Santacruz sul podio. Direi che è l’ennesima scoperta di Br1, no?

ecl_petosino_2015_casadei_milivinti_pesenti

Si chiude così la prima gara ‘nordica’ di enduro del 2015, gara che ha anche assegnato le maglie di campione provinciale di enduro.

ecl_petosino_2015_campioni_provinciali_enduro

Onore anche alle tre fanciulle in gara, Bruna Benedusi (team Alba Orobia Bike), Giulia Bombardieri (Mystic Freeride) e Tiziana Ornaghi (team Alba Orobia Bike).

ecl_petosino_2015_nicola_casadei

Ci si rivede in Val Brembilla!

Qui le Classifiche:

Commenta su Facebook

comments