sestri_coppa_italia_enduro_2015_podio_uomini

Di vittorie Nicola ne aveva già colta qualcuna in passato, ma questa è decisamente la più importante. Complimenti Nicola, lasciamo spazio alle tue parole sulla prima gara di Coppa Italia di enduro di Sestri Levante.

“Mercoledì sera arrivo a casa di Jonny (compagno di squadra) perché nel weekend si corre a Sestri Levante per la prima Coppa Italia di Enduro. Un’accoglienza che mi fa sentire a casa, così l’indomani partiamo da Arenzano e andiamo a ripassare un po’ i sentieri della gara.

Quattro speciali: ero già a conoscenza di quello che mi aspettava, visto che più o meno erano come quelli dell’anno passato solo una speciale era completamente nuova. Giriamo, ci divertiamo, scherziamo e ovviamente parliamo di donne e il tempo ci passa velocemente.

Venerdì arriva anche il resto del team con capitan Br1, Marcello e in serata Ciambro. Sabato mattina con molta calma facciamo un giro della ps 1 visto che aveva piovuto. In testa avevo l’idea che il terreno tenesse anche con la pioggia ma, pronti via, al primo tornante faccio un dritto e arrivo tra le frasche. Riparto con più cautela, ma arrivo in un’altra curva con delle pietre e per la seconda volta salto giù in mezzo a un cespuglio. Diciamo che come prova di riscaldamento poteva andare meglio.

Sono le 13 e danno il via alla gara del sabato. Appena mi attaccano sulla bici la lista degli orari vedo che il prologo non c’era e subito ho pensato “quest’anno non ci rimetto nessun mignolo!!!” (perché l’anno scorso sono caduto provocandomi un taglio molto profondo). Arrivato in cima mi riscaldo e finalmente parto per la prima speciale. All’inizio un po’ perplesso, ma dopo poche curve ho subito delle buonissime sensazioni, mollo i freni il più possibile e cerco di non commettere errori finendo soddisfatto la mia discesa.

sestri_2015_nicola_casadeiLa ps 2 è la più pedalata, parto con l’intenzione di dare tutto perché tanto gli avversari avrebbero fatto la stessa cosa. Mi metto a testa bassa, pedalo il più possibile, guido bene e riesco ad ottenere un buon tempo. Mi dirigo verso il finish quando Enrico Guala mi comunica che ero primo con 14 secondi di vantaggio su Alex. Ero in doccia quando mi viene un dubbio e mi chiedo: cavolo domani come gareggio? All’attacco o cerco di difendermi? Un quesito che fino ad ora non mi ero mai posto. Mentre ceniamo cerco di non pensarci, fortunatamente Guala e Monchiero mi distraggono con i loro racconti e così vado a dormire.

Dormire è stata una parola grossa…Finalmente arriva la mattina: la prima cosa che faccio è guardare fuori e mi focalizzo sull’asfalto bagnato, “porca eva anche la pioggia…”. In partenza ero teso o meglio, ero in una situazione estranea mai capitata, così alla 1 speciale del day2, “Ca’ Gianca”, scendo senza commettere errori, ma prendo 7 secondi da Alex. Arrabbiato per la mia run salgo in trasferimento più rilassato e parto con più determinazione in ps 4 facendo una discesa molto pulita e gustandomi i tratti tecnici.

sestri_coppa_italia_enduro_2015_nicola_casadei_ps4Il vantaggio si era ridotto a 4 secondi e ci si giocava tutto nell’ultima ps, così ho pensato di non gestire il vantaggio ma di attaccare. Faccio l’ultima ps con tutte le mie forze, cerco di andare il più forte possibile fino in fondo e taglio il traguardo con lo stesso tempo di Alex, felice della mia performance! Faccio i complimenti ad Alex che ha disputato una gara fantastica. Ovviamente vado subito incontro a Bruno Zanchi per abbracciarlo e ringraziarlo. Tutto il team ha ottenuto buoni risultati e ne sono proprio contento. Ragazzi avanti così ciao e alla prossima!!!!

sestri_coppa_italia_enduro_2015_podio_uominiP.S.: faccio un in bocca al lupo di buona guarigione a tutti i riders che non hanno potuto essere a Sestri!!!!!”.

Commenta su Facebook

comments