commencal_supreme_dh_oscar_harnstrom_4

Il debutto con i nuovi colori dell’HS Racing (dove H sta per Harnstrom e S per Suding) non è stato fortunato per Oscar Harnstrom. Il rider svedese, che bazzica il suolo italico da parecchi anni, si è purtroppo infortunato in quel di Lourdes per la prima tappa di coppa del mondo downhill 2015.

Mancano poche settimane al suo rientro a cavallo delle due ruote, nel frattempo ecco il suo mezzo per la stagione 2015.

commencal_supreme_dh_oscar_harnstrom_14>

Questa Commencal Supreme DH V3 è parecchio bling bling e, a parte la colorazione antinebbia, monta dei componenti decisamente ammiccanti.

commencal_supreme_dh_oscar_harnstrom_4

Sia Oscar che Lorenzo montano sulla stessa misura di telaio e sono molto simili come set up generale della bici.

commencal_supreme_dh_oscar_harnstrom_1

Quest’anno sono supportati da DVO come sospensioni e la forcella Emerald, dai caratteristici steli rovesciati fa la sua porca figura all’anteriore.

commencal_supreme_dh_oscar_harnstrom_9

Idem l’ammortizzatore DVO Jade Coil.

commencal_supreme_dh_oscar_harnstrom_8

Le ruote, da 27,5 pollici, girano su cerchi-raggi-mozzi Industry Nine e gomme Schwalbe.

commencal_supreme_dh_oscar_harnstrom_5

La spinta è data da pedivelle Saint, con corone-bashguard-guidacatena Gamut.

commencal_supreme_dh_oscar_harnstrom_12

I freni sono Formula R0, un tocco di Made in Italy anche qui, giustamente, come italiana è anche la sella, Dirty.

commencal_supreme_dh_oscar_harnstrom_7

Interessanti i numerosi spessori sotto l’attacco manubrio Gamut Cillos su cui è montato l’omonimo manubrio nella versione DH. I manubri piatti sono decisamente leggende dei tempi che furono…

commencal_supreme_dh_oscar_harnstrom_2

Un tocco retrò, visti i tempi che corrono, è dato dal cambio X9.

commencal_supreme_dh_oscar_harnstrom_13

Tutto questo sperando di vederlo presto così, #hucktoflat

Commenta su Facebook

comments