Panaracer_CG_AM_26_5

Quanti rider possono vantare un’intera serie custom di gomme per mountain bike? Cedric Gracia è sicuramente al primo posto.

Panaracer_CG_AM_26_5

Ho avuto modo di testare i ‘suoi’ copertoni MTB Panaracer CG AC AM da 2.35 x 26 pollici. Le varie sigle stanno, ovviamente, per Cedric Gracia All Conditions All Mountain.

Panaracer_CG_AM_26_2

Si pongono come copertone tutto fare, un po’ come il rider da cui prendono il nome, con una tassellatura bella ampia e corposa che garantisce il grip in ogni situazione. Ogni tassello, da quelli laterali a quelli centrali, prevede un’intagliatura centrale che grantisce massima flessibilità al tassello stesso e la possibilità per questo di adattarsi al terreno. In pratica il tassello è libero di torcersi in ogni direzione e di seguire sassi, buche, rocce, radici e quant’altro ci passa sotto.

Panaracer_CG_AM_26_3

In questa versione tubeless li ho trovati pratici e veloci da montare, hanno tallonato al primo colpo di pompa e non abbiamo avuto particolari ‘patemi’ nell’inserirli sul cerchio. All’anteriore dimostrano una buona scorrevolezza e un’ottima tenuta in curva, soprattutto sui terreni poco stabili e pieni di pietrine tipici dell’Isola d’Elba. Nella misura da 2.35 sono una più che valida alternativa a modelli di marchi più blasonati.

Panaracer_CG_AM_26_1

Al posteriore non sono probabilmente il modello ideale per una gara di enduro, dove le lunghe pedalate sull’asfalto fanno prediligere una gomma molto più scorrevole. Perfette invece su strada sterrata dove, soprattutto negli strappi, i tasselli fanno sentire la loro capacità di grip inserendosi di prepotenza tra sabbia e sassi.

Un altro vantaggio del tassello corposo di questi Panaracer CG è la tenuta in frenata. Di nuovo, sui terreni elbani è facile dover staccare sull’iper sconnesso, con una gomma meno tassellata probabilmente avrei tirato più di un dritto. Con queste, invece, staccata e inserimento in curva sono in completo controllo.

Panaracer_CG_AM_26_4

Il copertone pesa circa 1 kilo, ha una spalla consistente che promette durata e resistenza ai classici sfregamenti su rocce e radici. Non abbiamo avuto modo di provarlo su terreni più morbidi e magari bagnati, ma la tassellatura promette buona capacità di far scorrere via fango e detriti, offrendo un battistrada sempre pulito e grippante

Commenta su Facebook

comments