wc_lourdes_downhill_2015_aaron_gwin

It’s gwinning time! Dopo la disastrosa qualifica, che lo ha visto inseguire la sua Specialized Demo per metri prima di rientrare in pista ed essere squalificato, Aaron Gwin (Specialized) fa sua anche quest’anno la prima gara di coppa del mondo downhill. Nel 2014 era l’anomala pista di Pietermaritzburg, nel 2015 è la DH old school di Lourdes.

wc_lourdes_downhill_2015_aaron_gwin_2

Già di blatera che è stata una gara che ha premiato quelli, forti, che hanno avuto problemi nella giornata di qualifiche e che quindi sono partiti per primi nella finale, trovando una pista ‘pulita': dopo tre giorni di prove qualifiche e gara con centinaia di rider avanti e indietro è da capire cosa si intende per pulita. Certo, c’è manutenzione qua e là, ma mica la rimettono a nuovo!

wc_lourdes_downhill_2015_aaron_gwin

Aaron Gwin e Danny Hart (MS Mondraker), rispettivamente primo e quarto, sono forse gli unici due che confermerebbero questa tesi. Gwin in particolare, nella sezione centrale, ha sparato un tempo che nessuno è riuscito ad eguagliare: è l’unico che chiude sotto i tre minuti di gara.

wc_lourdes_downhill_2015_danny_hart

Se non fosse che il last man on track Loic Bruni (Lapierre Gravity Republic) è l’unico ad avvicinarsi al tempo di Gwin, anche se perde circa 3 secondi. Il giovane rider francese non riesce quindi a fare sua la gara e chiude al secondo posto. Una vittoria che insegue da un anno e che avrebbe avuto un gusto in più se fosse arrivata sul suolo natìo.

wc_lourdes_downhill_2015_loic_bruni

Al terzo posto l’ennesimo prodotto della downhill Made in UK, Mike Jones (Chainreaction Cycles Paypal) che anche nella finale continua a fare il Sam Hill (fuori per infortunio come dicevamo ieri) e contribuisce ad abbassare vertiginosamente l’età media del podio: 20 anni appena compiuti!

wc_lourdes_downhill_2015_mike_jones

Quarto Danny Hart, come anticipato sopra e quinto Sam Dale (Madison Saracen). Sul podio troviamo ben 3 rider del Regno Unito a cui si aggiungono poi i due pupillo di Steve Peat, Brendan Fairclough (Gstaad Scott) e Josh Bryceland (Santacruz Syndicate). E con questi due fanno 5 su 10 britannici nella Top10!

wc_lourdes_downhill_2015_podio_elite_men

Top10 che viene chiusa da Troy Brosnan (Specialized) e da altri due francesi, sconosciuti ai più, anche se Faustin Figaret è un rider da anni nei primi 330/40 di coppa, mentre Rudy Cabirou è proprio una novità. Dopo il 13esimo posto in qualifica migliora al decimo posto: fosse anche un local, avercene per tenere botta così!

wc_lourdes_downhill_2015_andrew_neethling

E’ stata una gara che ha messo a dura prova i rider, come si può vedere nei video dei crash di ieri, e anche i mezzi. Numerosi sono stati i cerchi che hanno trovato la loro fine tra le rocce della pista, compromettendo la gara di parecchi top rider, primo fra tutti Neko Mulally che accartoccia la ruota posteriore dopo, letteralmente, due curve.

wc_lourdes_downhill_2015_gianluca_vernassa

Buona gara anche per i portacolori italiani, con il trio del team AB Devinci che ottiene il 46esimo posto di Gianluca Vernassa, il 59esimo di Francesco Colombo e il 69esimo con caduta di Carlo Caire. Si vede che a girare insieme sempre più spesso ai tre gli fa bene!

wc_lourdes_downhill_2015_emmeline_ragot

Tra le donne c’è la rivincita di Emmeline Ragot (MS Mondraker) che fa valere il fattore casa e si mette dietro Rachel Atherton (GT Factory, che era in testa ma ha perso un treno nell’ultima parte), la connazionale Myriam Nicole (Commencal Vallnord), Manon Carpenter (Madison Saracen) e Tracey Hannah (Polygon UR).

wc_lourdes_downhill_2015_podio_elite_women

Quest’ultima, dopo aver dominato le qualifiche del sabato, cade nella parte alta della pista dopo il secondo intertempo e nonostante tutto chiude sul podio. Chapeau!

wc_lourdes_downhill_2015_andrew_crimmins

La gara dei Junior (si legge ‘giunior’) vince l’australiano Andrew Crimmins (Kona) davanti di un tassello, forse meno, a Laurie Greenland (Trek World Racing). Il quarto moschettiere di AB Devinci, Loris Revelli chiude decimo e l’altro italiano in gara, Tommaso Francardo, 25esimo. Davvero molto bello leggere tutti questi nomi italiani nelle classifiche della domenica.

wc_lourdes_downhill_2015_people_2

Adesso pausa di più di un mese prima della gara di Fort William.

wc_lourdes_downhill_2015_josh_bryceland

I risultati degli uomini:

Uci Mountain Bike World Cup 2015 – Lourdes (Fra) Elite Women by lauren1224

I risultati delle donne:

Uci Mountain Bike World Cup 2015 – Lourdes (Fra) Elite Women by lauren1224

I risultati dei Junior:

Uci Mountain Bike World Cup 2015 – Lourdes (Fra) Junior Men by lauren1224

Commenta su Facebook

comments