trans_provence_day6_route1

Come volevasi dimostrare, il passaggio per i sentieri intorno a casa sua regala la vittoria di giornata a Nicolas Vouilloz. L’ex campione del mondo tiene dietro il leader della generale Nicolas Lau e, a un giorno dalla fine della Mavic Trans Provence 2012, raggiunge il secondo posto nella generale.

Chi invece si è un po’ perso è il vincitore dell’edizione 2011 della Trans Provence, Jerome Clementz. Una giornata decisamente sottotono per l’alsaziano, che chiude in quinta posizione.

A questo punto, e con solo una giornata ancora di gara (con la discesa verso Montecarlo) i giochi sono più che mai aperti per la vittoria. Lau ha un 1m e 38s di vantaggio su Vouilloz, che rispetto a ieri ha recuperato quasi un minuto e mezzo a Clementz e circa 30 secondi proprio su Lau.

Tra gli amatori, Chris Ball, il delegato UCI per il mondo gravity e, in questo caso, anche per l’enduro, è caduto in un dirupo (da Twitter: Today I fell off a cliff @transprovence) che gli ha fatto perdere la prima posizione in generale, in favore di Sven Martin. Il fotografo sudafricano, che trasporta fotocamere nello zaino in tutte le PS e contribuisce nelle pause ai video delle varie giornate, sta per entrare anche nella top 10 dell’assoluta. Bad ass, come direbbero gli americani.

Tra le donne, continua la marcia, anzi la discesa verso Monaco, di Anne Caro Chausson con 7 minuti sulla seconda, Anka Martin, moglie di Sven.

La giornata di oggi prevedeva davvero un picchiata, con più di 300 metri di dislivello in discesa per arrivare a Sospel (430m s.l.m.), luogo storico del mondo gravity francese, partendo da St-Dalmas-Valdeblore (1262m). Il tutto per un totale di 47km.

E meno male per i rider che a metà una risalita è stata fatta in furgone!

Commenta su Facebook

comments