drc_cerchio_simmetrico

Dopo avervi fatto conoscere quello che forse è il più grande produttore italiano di cerchi in alluminio, è giunta l’ora di presentarvi il test della loro più recente creazione: il cerchio Bighorn 25 per utilizzo enduro, provato da noi in versione da 29″.

Caratteristiche

Le caratteristiche del cerchio sono in linea con quella che è la recente tendenza: allargare i canali interni. Il Bighorn 25 presenta, infatti, una larghezza interna di 25mm (come il suo nome lascia intendere), a nostro avviso una giusta via di mezzo. Il profilo interno del cerchio e dei bordi rende, inoltre, il cerchio tubeless ready. La lega utilizzata è alluminio 6082 T6.

Quella che però è la caratteristica principale (e che lo differenzia dalla maggioranza dei cerchi in giro) del Bighorn 25 è sicuramente la tecnologia D-Center: la zona di trazione del nipple è disassata rispetto all’asse di simmetria del canale; in altri termini, il cerchio è asimmetrico. Questo aspetto permette di avere una sostanziale pari tensionatura tra i raggi lato dx e lato sx, a tutto beneficio della durata della tensionatura della ruota, ma anche della resistenza complessiva.

Altre peculiarità del Bighorn 25 sono la giunta “X-tube” – tramite cui la chiusura del cerchio avviene per interferenza creata da due tubi in ottone godronati e saldati chimicamente – e la bussola singola inox in ogni foro dei raggi, aspetto che migliora di oltre il 30% la resistenza a fatica del cerchio, nonchè l’orientamento del nipple/raggio, offrendo un’ottima scorrevolezza del nipple in fase di assemblaggio (chiedete a qualsiasi bravo assemblatore di ruote quale cerchio preferisce montare: se con o privo di bussola inox…).

Il peso di un cerchio da 29″ è di 483gr.

DRC Bighorn 25 weight

Il test

Ma veniamo ora al test.

Per dare un giudizio oggettivo sui cerchi, non possiamo prescindere dal dirvi come sono stati montati: il cerchio è pur sempre parte di un sistema più complesso che è la ruota nel suo insieme. La coppia di Bighorn 25 che DRC ci ha gentilmente fornito sono stati montati da Bikeonline su mozzi Novatec e raggi Pillar PSR X-TRA1420 (raggi aero).

Per prima cosa abbiamo messo il nastro (da 28mm) e le valvole per rendere il cerchio tubeless ready. Il montaggio delle gomme (Maxxis Minion DH-F 29″x2,5 TR 3c Exo all’anteriore e Maxxis High Roller II 29″x2,3 TR Dual Exo) – dopo aver messo il liquido – è avvenuto senza sforzo con una semplice pompa da pavimento (ci tengo ad anticipare che – mentre scrivo, a distanza di un mese e mezzo dall’ultima volta che lo ho usate – sono ancora belle gonfie).

drc_cerchio_simmetrico_ant

drc_cerchio_simmetrico_postLe ruote così montate le ho utilizzate da fine agosto a fine ottobre sulla mia Banshee Prime da 29″, non facendogli mancare nulla, comprese tre gare di enduro (SE Pro Sauze d’Oulx, SE Experience Palazzuolo sul Senio e Santa Margherita Ligure).

10644506_898078713552902_7609659541011567168_oIl giudizio finale è senz’altro positivo: il canale da 25mm fornisce un’alloggio adeguato e sostenuto alle moderne e voluminose gomme da enduro, garantendo un’ottima trazione ed impronta a terra delle stesse; la rigidità è davvero notevole, anche se bisogna ammettere che questa dipende anche dal tipo di raggi e dalla disposizione degli stessi, oltre che dalle grandi e spaziate flange dei mozzi Novatec.

Volendo per un attimo isolare il cerchio dal contesto della ruota come insieme unico, mi ha colpito la robustezza: nelle prove del sabato della SE Experience conclusiva di Santa Margherita Ligure, mi sono ritrovato nel pezzo più brutto e roccioso della cattiva ps3 con la gomma posteriore squarciata e quindi completamente a terra…tuttavia, il cerchio non ha fatto una piega, nonostante qualche “sdong” ogni tanto si sentisse (ovviamente sono sceso pianissimo prestando la massima cura).

15450377310_0409125b7e_oAltro aspetto molto positivo è la leggerezza – relativamente al fatto che sono da 29″ – dei cerchi: questo aspetto, unito alla scorrevolezza ed alla velocità di ingaggio dei mozzi Novatec, rende le ruote “facili” da rilanciare e reattive.

Insomma, i cerchi Bighorn 25 (montati come sopra descritto), ci sono piaciuti molto: il peso è molto buono così come lo è la robustezza. Il prezzo di listino è di 99 euro iva compresa. Ad ulteriore dimostrazione della bontà del prodotto, date un attento sguardo in giro tra i prodotti 2015 dei marchi italiani che vendono ruote complete…troverete molti Bighorn 25 rimarchiati!

http://www.drc.it/

Ps: DRC ci ha anche fornito il loro top di gamma da XC, il Climber Xc.

DRC Climber Xc weightNon possiamo che parlare bene anche di questa loro creazione: tubeless ready e leggero (e, tocco di classe, personalizzabile nei colori), permette di realizzare ruote che stiano sotto i 1.500gr senza spendere una follia. Lo abbiamo provato tutta estate su tracciati molto poco da xc sulla mia front e ne è uscito a testa alta: mi sono addirittura accorto di aver rotto un raggio al posteriore solo dopo un paio di uscite (non capivo quel suono metallico cosa fosse…) e il cerchio è rimasto perfettamente centrato.

 

 

 

Commenta su Facebook

comments