girl_eurobike_2

Un giorno solo all’Eurobike non è bastato ad appronfondire tutte le novità presenti e presentate, ma abbastanza per avere una rapida idea di come sarà il 2013: 27,5 pollici e pedali flat, un sacco di nuovi pedali flat.

Ma vediamo i prodotti che di più hanno catturato il nostro interesse.

I pedali Saint, già presentati nel corso dell’anno insieme al nuovo gruppo Saint completano l’offerta Shimano per il mondo gravity. Leggeri e gripposi, diventeranno un valido erede agli storici DX.

Una delle novità dell’anno è il nuovo gruppo XX1 di Sram: 1×11 rapporti che consentono, udite udite, di non avere u guidacatena per la corona anteriore. Nonostante questo era grande il numero di guidacatena presenti nei vari stand. Nel mondo discesistico e freeride i rapporti utilizzati sono pochi, i marchi si adeguano.

Reverse Components era presente con una quantità infinita di componenti ipercolorati. Partendo dal guidacatena X1,

per arrivare alle pedivelle Legend. Per queste due considerazioni: la prima sull ALS-System che permette, tramite un dado ellissoidale di avere, su pedivelle comuneu da 1760, i pedali a 170 oppure a 165; la seconda rigurda la nuova lunghezza, 162,5 per avere ancora maggior ampiezza sulla bici e sui percorsi critici.

Per finire, Reverse ripropone il manubrio Triple X da 820mm nelle varianti 0 e 0,5 gradi.

Hope Technology aveva alcune novità molto gustose, soprattutto per chi predilige il fine marchio britannico. In primis un bashring integrato (ovvero corona più bashring), visto l’emergere delle predilezione per una corona unica davanti. Per questo set è raccomandato l’utilizzo con i nuovi guidacatena realizzati per utilizzo XC, AM ed Enduro.

I nuovi pedali flat F20 che entrano i produzione proprio in questi giorni. I pedali sono lavorati, come gran parte dei prodotti Hope, in CNC e sono fatti di 2014 T6 Aluminium.Saranno nei 6 classici colori hope (nero, argento, rosso, blu, oro e grigio scuro), con perno in Cr-MO e cuscinetti sigillati.

DMR Bikes ha proposto la versione pro model di Brendan Fairclough dei suoi pedali Vault. I vault sono la versione larga degli storici V8 e V12, pedali espressamente disegnati per i dirt jumpers britannici e di tutto il mondo. I vault offrono una pedana in alluminio più ampia per offrire maggior stabilità e grip in ambiti come la DH.

Tra le altre cose, si poteva vincere un bel paio di Vault.

Uno dei marchi che ci interessava di più visitare era Nukeproof, che ha ha dapoco rilasciato il catalogo 2013 e che all’Eurobike presentava le novità, soprattutto sui telai. La Mega, creata due anni fa per un ambito enduristico, si rinnova ed esce in due versioni AM e Trail.

La Am è la versione classica della Mega, a cui è stato aggiunto un cm di escursione posteriore, portata a 160mm, e le cui linee sono ora più aggressive. La nuova struttura e un carro sostanzialmente più robusto ne fanno un telaio che può essere utilizzato anche in ambito park e mini freeride, grazie alla possibilità di montare forcella anche da 180mm.

La Mega Trail è una bici da utilizzo trail e all mountain con 130mm di escursione posteriore e un angolo da 67 gradi. In pratica, Nukeproof ha tirato fuori due biciclette da una: una versione più aggressiva e in linea con le gare di enduro e avalanche di oggi, e un più soft, adatta a lunghe pedalate ma che mantiene un anima discesistica.

La terza novità dei telai Nukeproof è la nuova DH, il Pulse. Disegnato con l’input dei rider del team ChainReaction Cycles/Nukeproof è l’evoluzione del primo telaio da DH Nukeproof, lo Scalp, e mira a diventare un caso di successo esttamente come il suo predecessore.

In casa Commencal le novità più rilevanti riguardano la colorazione dei telai, questa volta più funky, ma che fanno apprezzare dei telai che hanno mostrato un funzionalità fantastica, soprattutto in ambito all mountain/enduro.

Sempre per quel che riguarda la colorazione, ma anche l’allestimento, era presente una versione per le fanciulle della Meta AM.

Danny Hart non c’era, visto che è infortunato e salterà anche i mondiali di Leogang, ma c’era la sua bici.

Una Giant Glory tutta polished e tutta in Sram. Al di là del setup da bici da rider top di coppa del mondo, niente male le piastre, anch’esse polished, della Boxxer. Se Sram le mette in vendita sono un successo garantito per il pimping della bici.

Un marchio che è sempre presente ma di cui a volte si parla poco è Norco, che in questa edizione dell’Eurobike presentava la nuova gamma da all mountain, la Range Killer B. Sul trend delle novità, la Killer B è una gamma che monta ruote 650b e che con 160mm di escursione si colloca nel segmento delle trail bike aggressive, ovvero in quello che in Europa è ormai il segmento enduro.

E per chiudere una delle cose più fotografate all’Eurobike di quest’anno.

Photo Gallery

shimano_saint_pedal_eurobike

shimano_saint_pedal_eurobike

reverse_chainguide_eurobike

reverse_chainguide_eurobike

reverse_legend_cranks_eurobike

reverse_legend_cranks_eurobike

reverse_triple_x_bar_eurobike

reverse_triple_x_bar_eurobike

hope_chainguide_integrated_crown

hope_chainguide_integrated_crown

brendog_dmr_vault_eurobike

brendog_dmr_vault_eurobike

danny_hart_boxxer_crown_eurobike

danny_hart_boxxer_crown_eurobike

danny_hart_giant_glory_eurobike

danny_hart_giant_glory_eurobike

dmr_vault_eurobike

dmr_vault_eurobike

girl_eurobike

girl_eurobike

noco_range_killer_b_eurobike

noco_range_killer_b_eurobike

nuke_proof_mega_am_eurobike

nuke_proof_mega_am_eurobike

nukeproof_mega_eurobike

nukeproof_mega_eurobike

nukeproof_mega_trail_eurobike

nukeproof_mega_trail_eurobike

nukeproof_pulse_eurobike

nukeproof_pulse_eurobike

hope_f20_pedal_eurobike

hope_f20_pedal_eurobike

commencal_meta_sx_eurobike

commencal_meta_sx_eurobike

girlie_commencal_meta_am_euro_bike

girlie_commencal_meta_am_euro_bike

girl_eurobike_2

girl_eurobike_2

Commenta su Facebook

comments