PMB_DH_quali

Oggi si è tenuta la sessione di qualifiche a per la prima tappa di coppa del mondo dh 2012.

I primi tre posti segnano un passo decisamente superiore rispetto agli altri.
Greg Minnaar si qualifica primo con soli 0,008 secondi di vantaggio su Aaron Gwin e 0,871 secondi dal terzo qualificato Steve Smith. Quindi meno di un secondo per i primi tre. Ma da notare che Minnaar ha recuperato praticamente un secondo e passa nell’ultimo terzo di percorso. Gwin era infatti primo ai primi due intertempi. Quindi è Gwin che ha perso nell’ultimo tratto?

Per Minnar è la tappa di casa. Gwin lo scorso anno ha sbalordito tutti vincendo la sua prima gara. Smith è una sorpresa ma mostra una costanza di crescita impressionante.

Al quarto posto si qualifica Gee Atherton, ma il distacco da Minnaar sale a 1,767 secondi.

Al quinto posto troviamo un’altar sosrpresa, che forse sorpresa poi tanto non è: Troy Brosnan a 2,270 secondi. Il 19enne australiano alla sua prima stagione da Elite la fa nuovamente in bartba al compagno di squadra Sam Hill, ma soprattutto, dopo l’ottavo posto nella generale dell’anno scorso, dimostra come la scalata alle top 5 posizioni non sia più un obiettivo, ma una costante. Questo nonstante sia il più giovane della top 20. Troy deve aver perso qualcosa nell’ultimo tratto perchè era secondo al primo intertempo e terzo al secondo.

AL sesto posto troviamo un altro australiano, Mick Hannah, a 4,385. Due cose da sottolineare: Hannah è un pedalatore rinomato, per cui su questo tracciato si ritrova e si ritrova bene dopo un 2011 piuttosto oscuro come risultati; la seconda cosa è, ancora una volta, il passo delle prima posizioni: tra Brosnan e Hanna ci sono ben 2,1 secondi. In pratica sembra che i primi 5 abbiano avuto una marca in più rispetto agli altri.

Dal 7imo al nono posto troviamo 3 sorprese: Cedric Gracia si riconferma da top 10 dopo l’ottima stagione scorsa, non male per un vecchio leone. Ottavo arriva Aurelien Giordanengo: anche lui una gradita sorpresa dopo la scorsa stagione bloccata da un infortunio. Infine non Jared Graves, che quest’anno di limbo del 4X ha deciso di dedicarsi al DH full time.

Così come ad aprirla c’è un sudafricano, un altro sudafricano la chiude: Andrew Neethling si piazza al decimo posto davanti a Steve Peat e al campione del mondo Danny Hart.

Andando avanti con le posizioni troviamo il nostro Lorenzo Suding al 23esimo posto, GRANDE LORENZO!
Purtroppo sarà l’unico italiano in gara domenica, dato che MArco Milivinti è giunto 82esimo, la banda di Junior Carlo Caire, Francesco Colombo e Gianluca VErnassa chiude rispettivamente al 107esimo, 108avo e 116esimo posto e Justyn Norek al 125esimo.

Tra i big deludono un po’ Brendan Fairclough 31esimo e Sam Blenkinsop 60esimo. Ma si sa che i due non sono amanti delle piste da pedalare.

Commenta su Facebook

comments