firstday-33-1024x683

Finalmente è arrivato il giorno della gara. Mi sveglio presto a causa del fuso, giusto in tempo per scrivere il diario #2.

Sono a pezzi e ho gli occhi che mi fanno male. Ho avuto mal di testa tutta la notte a causa, penso, dell’altura: siamo a oltre 2500 metri.

firstday-251-1024x683

La PS1 è una bella speciale, con una parte alta molto guidata e una bassa dove c’è da guidare ma con poca pendenza, quindi piuttosto faticosa. Non c’è il pedalato “ignorante” che non piace a me.

Tuttavia dopo 3 curve sono fuori soglia, e comincio a irrigidirmi nella guida. Allora capita l’antifona, evito di prendere rischi inutili e mi limito a fare le linee giuste, restando il più possibile pulito. In questi casi la cosa più stupida è tentare di fare i fenomeni: si finisce per terra.

Credo sia una combinazione di fattori, a partire soprattutto dall’altitudine e una scarsa acclimatazione, per passare alla stanchezza del viaggio che si fa ancora sentire.

Sono poco più di 5 minuti ma mi sembrano una eternità. Non guido male ma mi manca quello che in inglese si chiama “momentum” perchè i miei movimenti sono poco ampi e poco intensi….faccio davvero una grande fatica ma penso al viaggio che mi aspetta e non mi prendo rischi inutili.

Pronti via risaliamo per la seconda PS che è molto più lunga. Mi piace perchè è per un bel tratto un vero e proprio percorso di bike park con salti anche di 8-10 metri. Purtroppo però c’è poca pendenza quindi bisogna sempre stare sui pedali e spingere forte.

firstday-32-1024x683

Siamo nell’ordine dei 12 minuti e dopo la metà c’è un bello strappo in salita. Cerco di spingere ma finita la salita sono finito anche io e la parte bassa la faccio davvero “alla spera in Dio”.

E’ piuttosto frustrante ma quando sei li, con i polmoni che scoppiano, il cuore che va a mille e le gambe che ti chiedono pietà non c’è nulla che puoi fare se non dosare ogni minimo movimento, ogni frenata per perdere meno velocità possibile, ogni pedalata perchè non sia troppo ma nemmeno troppo poco. Un equilibrio sopra la follia direbbe Vasco Rossi.

firstday-33-1024x683

I miei tempi non sono buoni ma vedo anche altri atleti di valore che non hanno fatto molto meglio e altri che sono anche dietro.

Penso che un ruolo fondamentale lo abbia giocato l’acclimamento, perchè le speciali partono a 3500mt e un giorno in altura non è sufficiente per spingere forte.

Il pomeriggio è piuttosto piacevole, in compagnia del mio amico Alex “lupo”, Lars, Alex e Aaron Bradford. Andiamo a vedere PS3a e PS3b (che potevano anche chiamare 3 e 4…) e personalmente sono piuttosto deluso della 3A. La 3B non è enduro, ma è divertente.

firstday-241-1024x683

Poi, purtroppo, ci tocca vedere anche la 4… che non è Enduro perché è proprio XC. Incontro Barel al fondo che mi guarda sbigottito e mi dice “Is this supposed to be Enduro?”

Ci avviamo verso il paddock ma sia Io che Alex abbiamo voglia di girare quindi decidiamo di andare a fare la PS3b un’altra volta. Questi 10 minuti sono stati i più divertenti della giornata.. Grazie Man!

firstday-231-1024x683

Per concludere la ns giornata invito Alex ad unirsi a noi per cena perchè ho promesso CARBONARA For All !!

Domani ci aspetta una lunga giornata con PS3 A e B e ancora PS4

AB

Commenta su Facebook

comments