enduro_world_series_1

La settimana scorsa, l’organizzazione dell’Enduro World Series ha rilasciato il regolamento di questo nuovo campionato mondiale di enduro e la lista dei rider pre registrati.

Per quel che riguarda il primo, essendo il 2013 il primo anno, la classifica di ogni gara prevede un max di 70 rider uomini e 10 donne e 20 squadre iscritte. Tutti devono essere iscritti alla EMBA, Enduro Mountain Bike Association, per poter accedere alla classifica a punti della serie. Questo vuol dire che le competizioni indicate nel calendario sono comunque accessibili a tutti, ma solo i tesserati EMBA vanno a punti.

Veniamo ora ai rider e ad una piccola analisi della fisionomia degli 88 pre iscritti. I francesi, come ci si aspettava, sono la nazione più rappresentata al momento con ben 25 rider pre iscritti. Con gente del calibro di Nico Vouilloz, Jerome Clementz, Fabien Barel, Remy Absalon e Nicolas Lau è facile pensare che il titolo del neonato circuito possa essere un affare di famiglia.

Seguono poi gli USA con 12 e UK con 11. Quarti a pari merito con la Germania ci sono i nostri 7 portabandiera. Tre di questi sono iscritti come team rider di Ibis. Insieme a leggende del calibro di Brian Lopes e Anne Caroline Chausson vedremo Manuel Ducci, Valentina Macheda e Christopher Bertotto. Ducci e la Macheda sono ormai una garanzia dell’enduro made in Italy, dopo la brillante stagione 2012 dei due con doppia vittoria del circuito Supermountain e conquista di quello Sprint Maschile. La scommessa vera è Kike Bertotto, che l’anno scorso si è messo in luce nel circuito Superenduro con piazzamenti a ridosso dei primi a Pila e a Monti della Tolfa. Per finire, Paul Aston, che non è italiano, correrà anche lui, ed è quindi tesserato, per il team Life Cycle nel 2013.

Andrea Bruno, Davide Sottocornola, Alex Lupato e Vittorio Gambirasio sono invece iscritti come rider individuali. Bruno, che sarà un po’ l’uomo immagine di Transition insieme a Lars Sternberg, lo vedremo montare Shimano come componenti e vestire Endura come abbigliamento tecnico. Che questo lo aiuti a dare più che una zampataa questo 2013 enduristico?

Il campione nazionale 2012 di enduro e vincitore del circuito Superenduro PRO Sottocornola (Cico Bikes-DSB-Non Solo Fango) ha cambiato mezzo, e con il supporto di DSB Bonandrini terrà alti i colori italiani con la sua Santacruz Nomad e il suo nuovo completo Troy Lee. Lupato (FRM Lapierre) e Gambirasio (GT 360degrees) hanno mantenuto il mezzo, rispettivamente Lapierre e GT, e se in Italia sono sempre li a battersi per il podio, il palcoscenico internazionale darà loro un’ulteriore motivazione a fare bene.

Dopo Italia e Germania spunta la Nuova Zelanda. E’ incredibile come un paese relativamente piccolo e con solo 4 milioni di abitanti riesca a spedire rider in giro per il mondo e per qualunque tipologia di gara del mondo gravity. Sei saranno i kiwi impegnati, tra i quali spiccano Justin Leov (Trek World Racing) e Sam Blenkinsop (Lapierre International), quest’ultimo probabilmente non prenderà il via a tutte le tappe.

Gli altri paese hanno 3 rider o meno e vale la pena ricorda Cedric Gracia, che corre per i colori di Andorra, Greg Minnaar per il Sudafrica e Primosz Strancar, il pioniere sloveno dell’enduro che spesso vediamo nelle gare di casa nostra.

L’ultimo dato interessante è la presenza al completo di due team di coppa del mondo downhill, ovvero il Santacruz Syndicate e Lapierre International. Per il secondo la presenza è giustificata dal fatto che in squadra c’è un certo Nicolas Vouilloz a motivare, se mai ce ne fosse bisogno, Sam Blenkinsop, Loic Bruni, Emmeline Ragot e il junior Loris Vergier

L’iscrizione del Syndicate può essere dovuta a tre aspetti: una mossa di marketing, in attesa di trovare un rider che presieda la nuova specialità; una mossa di ‘allenamento’ per permettere a Steve Peat, Josh Bryceland e Greg Minnaar di tenersi caldi visto che la coppa inizia a fine maggio e finisce a settembre (le World Series iniziano a metà maggio e finiscono a ottobre). L’ultimo aspetto è Steve Peat stesso: dopo anni di vittorie in dh, che voglia cimentarsi in qualcosa di nuovo?

Ecco la lista completa dei pre iscritti:

Commenta su Facebook

comments