foto 1

Al mondo esistono due Megavalanche: quella storica (quest’anno ha compiuto 20 anni) dell’Alpe d’Huez, a cui WeekendWheels è particolarmente affezionata ed a cui partecipa da quattro edizioni, e quella che si tiene sull’Isle de la Reunion, piccola isola a fianco del Madagascar, dagli scenari completamenti diversi ma non per questo meno affascinante.
Purtroppo anche quest’anno non riusciremo a prendervi parte (siamo pur sempre amatori come corridori, ma anche come giornalisti…) ma due cari amici hanno avverato questo sogno e ci racconteranno la loro avventura mandancoci foto (ci scusiamo per la qualità ma non sono il loro forte…) e files audio che noi provvederemo a riportare per iscritto.
Il duo in questione è Romagnolo DOC: Giorgio RIGHI da Cesena (team Bad Skull), forte endurista (vincitore a Premilcuore e Pieve Santo Stefano, due tappe del circuito Enduro Race 2014) con passato da mxer, skater, surfer e chi più ne ha più ne metta, e Matteo FABBRI da Forlì, talento del cross country e delle medio fondo (e comunque anche lui forte endurista) che ha corso quest’anno nel team Cingolani.
foto 1I ragazzi sono partiti sabato: ovviamente prima c’è stato il rito preparatorio del viaggio…

foto 2
foto 3

foto 4Come vedete Giorgio si è portato anche la tavola da surf: la gara sarà domenica (sabato le qualifiche) per cui c’è tempo anche per rispolverare vecchi amori di quando ancora aveva una chioma in testa…

Il viaggio è partito da Bologna con destinazione Parigi. Da qui i nostri heroes hanno preso il volo diretto per la Reunion.
foto 3(1)Una volta arrivati, non hanno perso tempo: hanno rimontato le bici e si sono fatti una 30ina di kilometri in cerca di una famigerata pista di bmx che, ovviamente, non hanno trovato…
foto 2(2)In compenso hanno trovato paesaggi da sogno…
foto 4(2)
foto 5(1)Questa è la loro dimora.
foto 1(2)Dopo il giro i ragazzi hanno preso parte alla conferenza di prensentazione della gara.
foto 5“A contendere la vittoria” al duo romagnolo ci saranno anche alcuni big, tra cui Cedric GRACIA (che lo scorso anno qui rischiò la vita) e Nico QUERE.

Presto altri aggiornamenti dai nostri heroes romagnoli…stay tuned!

Commenta su Facebook

comments