granparadiso_bike_2014_amatori

Domenica 31 Agosto si è corsa la 14esima Granparadiso Bike, una gran fondo che si corre sopra i 1500 metri di quota nella Val di Cogne.

granparadiso_bike_2014_granparadiso

Come nel 2013, è stato Martino Fruet (Carraro) ad aggiudicarsi la gara su circa 200 partecipanti tra il percorso da 45km e la pedalata ecologica.

granparadiso_bike_2014_cogne

Il percorso è quello classico che attraversa tutti i centri abitati di Cogne. Partenza dall’enorme Parto i Sant’orso e subito in salita verso il GPM di Gimillan. Da qui il singletrack e la discesa verso Epinel per poi risalire verso Cretaz e Valnontey sulle strade che d’inverno diventano chilometri e chilometri di piste da fondo.

granparadiso_bike_2014_pippo_lamastra

Dopo aver salutato il Gran Paradiso e i suoi 4mila, si entra nel bosco di Sylvenoire prima di fare l’ultima salita verso Lillaz e la Valeille. E’ l’ultimo sforzo prima di riscendere preso ilc entro di Cogne e l’arrivo.

granparadiso_bike_2014_valnontey

Sono 45km non durissimi da fare a tutta, su percorso che, a etta di Fruet, è uno dei migliori e più lunghi da fare ad una quota elevata ma non estrema. Pochi altri posti in Val d’Aosta offrono un giro così ampio.

granparadiso_bike_2014_numero_38

Fruet, passati quest’anno su una 27,5 dopo anni su 26 pollici, difende la vittoria 2013 dagli attacchi dei ‘local’ Pippo Lamastra, suo compagno di squadra, e Michael Pesse (Cicli Lucchini). Questi due li potete seguire su Strava per vedere che ritmi da gara tengono in allenamento, ma anche per soprire nuovi trail a Cogne, Aosta e nei dintorni. I due sono KOM in molti segmenti.

I tre rider qui sorpa, insieme ad Andrea Cina (Hersh Cina) viaggiano in trenino fino a circa metà gara, nonostante un tentativo di fuga (in discesa da Gimillan a Epinel) da parte di Fruet e Pesse. Il viaggio in trenino da Valnontey vero i boschi di Sylvenoire non impedisce a Fruet di tirarsi un table su mini salto. Peccato che avevo appena finito di scattare, argh!

granparadiso_bike_2014_martino_fruet2

Usciti da Sylvenoire, Fruet e Pesse si presentanto primi sul muro di Valeille: 50mt scarsi di strada carrabile verticale ammazzagambe. Dietro di loro Lamastra e Cina un po’ distanziati tra loro.

granparadiso_bike_2014_valeille

Negli ultimi chilometri Fruet stacca definitivamente il biglietto per il primo posto e lascia indietro Lamsatra e Pesse che, in volata, si giocano la seconda piazza che quest’anno è di Pesse.

granparadiso_bike_2014_podio_after

Con questa gara bella tirata gli uomini hanno abbassato di 3 minuti circa il tempo 2013, braap!

granparadiso_bike_2014_podio_donne

Tra le donne è Roberta Gasparini (La Bicicletteria) ad aggiudicarsi i 45km davanti alel due ragazze dell’Hersh Racing Team: Barbara Piralla e Cindy Casadei.

granparadiso_bike_2014_amatori

Il percorso è grossomodo quello che potete trovare qui sotto. E’ una pedalata davvero stupenda di montagna, molto varia e decisamente non di alto livello tecnico. Tolta la salita iniziale verso Gimillan, ci sono 4 o 5 strappi magari duretti ma di breve durata. La discesa da Gimillan a Epinel ha un primo tratto in singletrack divertente e da fare a tutta. Il pezzo sulla pedonale potrebbe diventare, prima o poi, una PS da enduro.

Le classifiche finali:
45KM

20KM

Commenta su Facebook

comments