IMG_0542

Alex Lupato vince in casa sua. Finisce così il secondo appuntamento stagionale del circuito Superenduro, che, senza ancora aver dato il via alle Pro, regala grandissime soddisfazioni agli organizzatori e ai più di 300 iscritti che hanno presi il via domenica 1 aprile.

La gara su tre prove speciali ha visto Davide Sottocornola aggiudicarsi la prima speciale, davanti a Lupato e Andrea Bruno. Nella seconda PS, la più pedalata della tre, sale in cattedra Lupato che picchia duro sui pedali e rifila 10 secondi a Bruno e 12 a Sottocornola. Nell’ultima PS, si ripete Lupato seguito da Sottocornola e Bruno.

La stagione sembra iniziare nel segno di questi 3, che già a partire da San Remo dettano il ritmo a se stessi e agli altri (tolto ovviamente un Vouilloz e un inconveniente tecnico per Sottocornola).

C’è da dire che Lupato, come lui stesso ha ammesso (lo vedremo in un’intervista ad Andrea Bruno che presenteremo a breve), giocava in casa ma ha comunque dato una dimostrazione di forza non indifferente. A Sottocornola manca davvero poco, un pizzico di fortuna pe rluie sfortuna per gli altri, per piazzarsi sul gradino più alto. Per quel che riguarda Bruno, il campione nazionale e del circuito Pro Superenduro 2011 era al ‘debutto’ in gara con gli SPD, fattore questo che sembra averlo condizionato per alcuni aspetti. probabilmente lo rivedremo agganciato anche nella prima Pro del 14 e 15 aprile nel Golfo Dianese.

Dopo questi tre, si piazza ancora una volta Andrea Gamenara, discesista prestato al Superenduro, che in sella alla sua Ancillotti FRP ottiene un 4 posto di tutto rispetto. Subito dietro di lui Manuel Ducci. Il rider San Remese del team Life Cycle ha patito alcuni errori nelle PS e un ritardo (pare dovuto ai cronometristi) nella PS3 che l’anno condizionato non poco nel tentativo poi di recuperare secondi preziosi. Al sesto posto la sorpresa di giornata, Paul Aston, rider britannico del team Leisure Lakes. Chissà come chissà perchè, quando un francese o un britannico partecipa alle nostre gare è sempre in alto come posizione.

Insomma, una stagione che prometteva emozioni e spettacolo sta tenendo fede alle aspettative. Non vediamo l’ora che arrivi la prima Pro. Mancano solo due settimane ad una gara che probabilmente farà un bel botto, sia come percorsi, sia come partecipazioni. Si preannuncia una duira battaglia tra italiani, francesi e inglesi!

Nel frattempo, rivediamo alcuni pezzi della gara dello scorso weekend.

Superenduro 2012: Sprint 2 Coggiola from WeekendWheels on Vimeo.

Commenta su Facebook

comments