meribel_downhill_uci_world_cup_finals_2014

Siamo arrivati all’ultimo atto della coppa del mondo downhill 2014, l’atto che decreterà il vincitore di una delle annate più entusiamanti e aperte. Il leader di coppa è Josh Bryceland (Santacruz Syndicate) che guida il circuito davanti alla coppia Specialized Troy Brosnan e Aaron Gwin.

Sono da poco tornato da Meribel dopo una giornata di riding, per il lancio dei prodotti USWE, con Josh e Steve Peat. Josh è sembrato piuttosto rilassato per essere ad una ‘prima’ dai tempi della sua maglia iridata junior del 2008. Rilassato, ma comunque concentrato.

meribel_downhill_uci_world_cup_finals_2014

La giornata a Meribel è stata anche l’occasione per una veloce ricognizione del tracciato con il designer del percorso Alex Bastien (che è anche istruttore della locale scuola di MTB). Un percorso di 2,5 km circa che scende in picchiata da un laghetto artificiale (di quelli per l’innevamento in inverno) con una partenza davvero da alta quota tra rocce e contropendenze, per poi buttarsi in un bosco con tripudio di radici e fango (sempre che non asciughi per tempo) e un finale sul prato di una pista da sci con un paio di curve su erbe fresca senza appoggi e senza sponde da fare a manetta.

meribel_downhill_uci_world_cup_finals_2014_2

E vediamo come se la cava Claudio Caluori, team manager del team Scott Gstaad, nella sua usuale ricognizione del percorso.

Commenta su Facebook

comments