granparadiso_bike_2013_podio_lamastra_fruet_pesse

A Cogne ci andiamo spesso per imboscarci, letteralmente, con le nostre bici tra alcuni dei percorsi più belli delle montagne del Gran Paradiso e per perderci per qualche ora tra pini e abeti.

La Granparadisobike è la granfondo della valle di Cogne, 45km che toccano tutti i paesi della vallata e, passando su quelli che sono in inverno i percosi di una delle più rinomate località dello sci di fondo italiano, attraversano alcuni single track entusiasmanti e le vallate alpine e splendide di Valnontey e Valeille.

Il percorso non è tra i più duri. Si parte dal Prato di Sant’Orso e si affronta subito la salita verso Gimillan, circa 500 metri di dislivello in 5km, una sliata piuttosto semplice che solo negli ultimi 200 mt si inasprisce un po’. Dai prati sopra Gimillan inizia un bellissimo single track che porta alla discesa verso Epinel dove si concludono i primi 10km di gara.

Si risale a questo punto verso il Prato di Sant’Orso per arrivare in Valnontey. La salita è dolce tolti un paio di strappi di cui uno bello ripido. In Valnontey, uno dei punti di partenza per le escursioni del Parco Nazionale del Gran Paradiso, si arriva quasi in fondo alla vallata, dove si supera il limite degli alberi e si sentono i fischi delle marmotte.

Da qui si ritorna nuovamente verso Veille, il centro di Cogne, e si affronta quello che personalmente considero il pezzo più duro della gara: i sentieri nel bosco di Sylvenoire. Un anello di circa 5km di sali e scendi belli tirati dove è difficile prendere il ritmo e facile affaticarsi.

Superati questi boschi si sale per la Valeille. Simile alla Valnontey, ma meno turistica e quindi più selvatica quasi ai 40km una bella tirata ammazzagamba (per i poco allenati come me) di 100mt per poi concludere, in sostanza la salita, e iniziare falsopiano e poi discesa. La gara si conclude nel Prato di Sant’Orso, di nuovo.

Quest’anno ci sono stati circa 250 partenti per la gara. Tra i più attesi i due rider del team Carraro Trentino, Martino Fruet e Giuseppe Pippo Lamastra. Fruet è un veterano d’oro della mountain bike italiana, con numerose vittoria sia in Italia, ma anche all’estero, anche in Coppa del Mondo. Quest’anno ha fatto il suo debutto nell’enduro, con la Triveneto Enduro Cup di Terlago dove si è aggiudicato anche il titolo regionale del Trentino. Giuseppe Pippo Lamastra è il rider di casa, ha vinto l’edizione 2012 ed è un vero Strava addicted. Seguitelo sui suoi percorsi di allenamento a Cogne e non solo.

Martino Fruet vince la gara con un discreto distacco, più di un minuto, che si riducce a un decimo perchè sulla linea di traguardo si ferma e aspetta il compagno di squadra Lamastra per un arrivo in passerella. Fruet arriva per primo alla salita verso Gimillan, distacca gli inseguitori in discesa verso Epinel ma è poi in Valnontey che vince la gara, allungando il passo e la dstinza dagli inseguitori. Il tutto non disdegnando un table alla fine della discesa dalla Valeille. Puro XC Style.

granparadiso_bike_2013_martino_fruet

Gli inseguitori sono Lamastra e Micheal Pesse (Cicli Lucchini) che si alternano al secondo posto fino all’inizio dell’anello di Sylvenoire. Dai boschi esce davanti Lamastra, che distacca Pesse e chiude al secondo posto. Tra le donne vince Serena Calvetti (Torpado Surfing Shop).

granparadiso_bike_2013_podio_lamastra_fruet_pesse

Abbiamo montato un breve video della gara e intervistato i primi due della classifica.

Granparadisobike 2013: Race from WeekendWheels on Vimeo.

Martino Fruet ha corso la gara con un telaio in titanio fatto su misura da Carraro con singola da 34 (non male la gamba!). Un 26 pollici quasi in totale controtrendenza rispetto al trend 2013 che vuole i 27,5 e 29 pollici come il futuro della mtb.

granparadiso_bike_2013_martino_fruet_carraro_titanio_pippo_lamastra

Sentiamolo anche in un paio di commenti sull’enduro e sulla sua possibile partecipazione alla Superenduro di Finale Ligure il prossimo ottobre.

Granparadisobike 2013: post gara con Martino Fruet e Giuseppe Pippo Lamastra from WeekendWheels on Vimeo.

L’appuntamento con la Granparadiso si è chiuso e questo weekend la località valdostana attende una altro evento a due ruote, questa volta internazionale: il mondiale di mtb single speed. Noi ci saremo.

granparadiso_bike_2013_podio_lamastra_fruet_salvetti

granparadiso_bike_2013_podio_uomo_donne

Commenta su Facebook

comments