maxiavalanche_cervinia

Le DH Marathon iniziano ad entrate nel vivo della stagione: dopo Vallnord, in cui è vincere è stato Dan Atherton, e dopo Limone Piemonte, storica prima della versione italiana delle DH Marathon (in cui a vincere è stato Davide Sottocornola), è stato il turno della Maxiavalanche di Cervinia. In un contesto naturalistico unico, a vincere entrabe la manche di gara e quindi l’assoluta, è stato Damien Oton (Transbiking/Engine Lab) , pilota non molto conosciuto ma davvero veloce (secondo a Vallnord). Al secondo posto un redivivo Karim Amour (Kona World) e sul gradino più basso del podio il suo compagno di team Alex Stock. Quarta piazza per Franck Parolin (Giant – Vertical Bike) e quinta per Yannick Pontal (Team Sunn). Buon ottavo posto per il nostro Alex Lupato (FRM Factory Racing Team) alla prima partecipazione nel circuito Maxiavalanche. Più attardato Vittorio Gambirasio (qauttordicesimo, Gt 360 Degrees), anche lui alla prima volta in una Maxiavalanche,  costretto a partire in seconda fila a causa di problemi alla forcella e di una caduta in qualifica.

Ottimi piazzamenti anche per Gabriele Tarsia Incuria (ventiduesimo, Tracce Bike Team) e per Paolo Gelati (ventisettesimo, Mangusta Bike Team).

Nella categoria Challenger, ottimi secondo e terzo posto di categoria (Master 30 M1 + M2) per i compagni di team Simone Pini e Rocco Savani (Mangusta Bike Team), per Michele Pinardi (primo di categoria Espoirs M1 + M2, Magusta Bike Team), per Roberto Pezzotta e Piero Magoni (primo e secondo di categoria Master 50, Team Morotti) .

Qui sotto il video ufficiale, in attesa del lungo week end che inizierà il 20 luglio della Megavalanche dell’Alpe d’Huez. Weekendwheels sarà presente!

Commenta su Facebook

comments