dolcenduro_2015_ibis_mojo_macheda

In occasione della prima gara di enduro della stagione a Dolceacqua, abbiamo dato un rapido sguardo a cosa montava di nuovo la Ibis HD3 di Valentina MACHEDA. Se per il telaio non si può parlare di novità, dato che il prototipo della HD3 il duo Life Cycle lo stava usando già l’anno scorso, lo stesso non si può dire per la componentistica.

dolcenduro_2015_valentina_macheda

Direi che la novità più interessante sono le ruote: Ibis anche queste (DT Swiss lo scorso anno), sono le nuove 741 in carbonio con larghezza esterna di 41mm ed interna di ben 35mm.

dolcenduro_2015_ruote_ibis_2

Le gomme usate, anche questa una novità, sono Michelin (Schwalbe lo scorso anno) e visivamente assumono proprio un’altro aspetto quando montate su cerhi con canale così largo.

dolcenduro_2015_ibis_ruote

Altra novità interessante è la piega manubrio: sempre firmata Ibis, è in carbonio e da 740 mm.

dolcenduro_2015_manubrio_ibis_740

Da notare anche i nuovi elementi ammortizzanti montati sulla HD3: niente più X-Fusion ma Fox 36 all’anteriore e Cane Creek Inline al posteriore (proposti come primo montaggio dalla casa californiana).

dolcenduro_2015_ibis_mojo_macheda

Queto sabato inizia l’EWS con la tappa di Rotorua in Nuova Zelanda, il duo Life Cycle è già da un pezzo sul posto, non ci resta che fargli un grosso in bocca al lupo!

Commenta su Facebook

comments