us_grand_prix_of_mtb_port_angeles_2013

A Port Angeles, località storica della downhill americana, si è tenuta lo scorso weekend lo US Grand Prix of Mountain Bike. Una gara che, per numero e qualità dei partecipanti, poteva tranquillamente essere una tappa di coppa del mondo.

A imporre il proprio passo per tutto il weekend è stato il rider canadese Stevie Smith (Devinci Global) che si porta a casa i 1000$ di premio. Dietro di lui, a 2 secondi e 25 decimi, Josh Bryceland (Santa Cruz Syndicate) e Connor Fearon (Kona Factory). Per quest’ultimo è la prima apparizione su un podio di rilievo, non tanto per la gara ma, appunto, per i concorrenti presenti.

A chiudere il podio Aaron Gwin (Specialized) e Brook MacDonald (Trek World Racing). Non è difficile immaginarsi una composizione di questo tipo per qualche podio di coppa nella stagione che inizierà a Fort William tra poco più di un mese.

Tra le donne Jill Kintner (Norco Factory) bissa il successo della settimana prima nella simil dh della Sea Otter. Anche lei con due secondi e passa sulla seconda, Miranda Miller. SUl gradino più basso Casey Brown.

E’ stata la prima gara di downhill ‘seria’ a livello internazionale e che ha visto alcuni dei top rider di coppa confrontarsi e misurare la preparazione invernale.

Tra questi anche Cedric Gracia che, con la Sea Otter, ha iniziato il suo lungo test sul campo della nuova DVO Emerald. Questa forcella, insieme all’ammo Jade rappresenta forse la novità tecnica più interessante dell’anno.

CG Testing DVO In PA from Kent Johnson on Vimeo.

Partecipante atipico per una gara di downhill è stato il freerider Darren Berrecloth, arrivato 29esimo, e che ha avuto modo di sfoggiare il suo stile durante le prove del percorso.

Per chi volesse farsi un giro nello stato di Washington, ecco dove si trova Port Angeles:


Visualizzazione ingrandita della mappa

Commenta su Facebook

comments