PhotoCarloMarchisio_GIT2014_FaiDellaPaganella_012

Johannes Von Klebelsberg, che per semplicità (e un pelo di pigrizia, non me ne voglia!) chiamerò JVK, sarà anche di poche parole o non parlerà bene l’italiano, ma a bordo della sua Ancillotti fa intendere benissimo che è uno che picchia duro.

PhotoCarloMarchisio_GIT2014_FaiDellaPaganella_012

Dopo un inizio di stagione con ottime qualifiche e delle finali più che buone, all’Abetone ha dato un colpo di coda vincendo davanti a tutti. Ha proseguito all’italiano di Champoluc e sta continuando!

PhotoCarloMarchisio_GIT2014_FaiDellaPaganella_013

Al Fai della Paganella vince sparandosi un bel 15 secondi sul secondo classificato Andrea Gamenara (Ancillotti Doganaccia) mettendo un uno-due del marchio italiano davanti a tutti. Braap!

PhotoCarloMarchisio_GIT2014_FaiDellaPaganella_011

Tra le donne Alia Marcellini (Lee Cougan Dirty Factory) conferma il suo primato fra le quote rose.

PhotoCarloMarchisio_GIT2014_FaiDellaPaganella_008

Anche negli amatori continua il successo di un marchio italiano, questa volta Pedroni, la cui Lion viene portata sul rgadino più alto da Fabrizio Dragoni (Alessi Cycling).

PhotoCarloMarchisio_GIT2014_FaiDellaPaganella_004

Mary Perin (Ancillotti Doganaccia), manco a farlo apposta, completa il quadro 100% tricolore dei mezzi vincenti nel weekend trentino.

Circuito Nazionale Gravitalia \\ Rd#4 Fai della Paganella from Gravitalia on Vimeo.

Ecco le classifiche assolute:

…e quelle di categoria:

PhotoCarloMarchisio_GIT2014_FaiDellaPaganella_014

PhotoCarloMarchisio_GIT2014_FaiDellaPaganella_010

PhotoCarloMarchisio_GIT2014_FaiDellaPaganella_009

PhotoCarloMarchisio_GIT2014_FaiDellaPaganella_007

PhotoCarloMarchisio_GIT2014_FaiDellaPaganella_006

PhotoCarloMarchisio_GIT2014_FaiDellaPaganella_005

PhotoCarloMarchisio_GIT2014_FaiDellaPaganella_003

PhotoCarloMarchisio_GIT2014_FaiDellaPaganella_002

PhotoCarloMarchisio_GIT2014_FaiDellaPaganella_001

Commenta su Facebook

comments