gravitalia_spiazzi_2015_nico_casadei

Dopo la prima importante vittoria in enduro ottenuta a Sestri, Nicola torna alle sue origini, come già aveva fatto lo scorso anno, e lo fa anche molto bene!

Lo scorso weekend sono partito per Spiazzi di Gromo per la prima tappa di Gravitalia, quindi ho lasciato la bici da enduro a casa e ho caricato nel furgone “la belva” [n.d.r. Santa Cruz V-10 carbon] che scalpitava come un vero cavallo di razza. Era un bel po’ di tempo che non giro con il V10 e quindi preferisco arrivare venerdì mattina per sfruttare tutta la giornata e girare il più possibile. Nella mattinata facciamo un giro di ricognizione a piedi. La pista sembra apparentemente facile, molto veloce con una prima parte da pedalare, curve in appoggio, qualche salto e una parte finale, secondo me, molto bella.

Parto per il primo giro e cado subito alla prima curva. Beh… Niente male come inizio! Mi rialzo e cerco di riprendere feeling con la Santa; così trascorro un pomeriggio di puro divertimento con Jonny e Mirko lasciandomi trainare da loro e cercando di non fargli da tappo quando stavo davanti. In giornata arrivano tanti rider che era un po’ che non vedevo e saluto tutti con piacere. Poi ritorno sui miei problemi di feeling con il mezzo e cerco di trovare il setup di forcella e mono, che mi permette di scendere con più sicurezza (un giorno e mezzo di sistemazioni varie). Sabato pomeriggio parto per primo tra gli agonisti e scendo con la pista asciutta, mi diverto, faccio pochi errori e arrivo con il miglior tempo di giornata. Purtroppo dopo qualche minuto ha iniziato a diluviare e tutti i rider scesi dopo di me trovano la pista molto scivolosa così che i tempi si alzano di qualche secondo!!! Mentre vedevo scendere i miei colleghi già pensavo al giorno dopo, a come settare la bici e a come sarebbe stata la pista sotto la pioggia. Arrivano anche i più bravi d’Italia ma il mio tempo rimane il migliore conquistando così, con tanta fortuna, la manche di qualifica.

gravitalia_spiazzi_2015_nico_casadei

Domenica mattina c’è la possibilità di provare il tracciato così inizio a girare, faccio qualche derapata e rischio di cadere un paio di volte, ma il divertimento è tantissimo. Mi capita di fare qualche giro insieme ai ragazzi dell’Argentina Bike e cavolo se vanno veloci…

Arriva l’ora di fare la gara, in partenza è freddo ma cerco di riscaldarmi, pensando a come potevo scendere il più veloce possibile. Così sono l’ultimo a partire e appena parto le condizioni della pista sono diverse da come avevo provato l’ultima volta, gli appoggi si sono scavati in alcune curve dove non esisteva più la sponda.

gravitalia_spiazzi_2015_nico_casadei2

Qualche buca in più, ma cerco di arrivare in fondo senza rischiare troppo finendo in 6° posizione assoluta. Vince Gianluca Vernassa con un buonissimo tempo!! Comunque sono contento della mia performance e faccio un “in bocca al lupo” a tutti i discesisti per le prossime gare!!!
Io intanto ritorno all’enduro. Il prossimo weekend ci sarà la seconda prova di Coppa Italia a San Piero in Bagno.

Commenta su Facebook

comments